Quanti chili porta una rete elettrica a doghe

Quando si è in procinto di acquistare una rete elettrica a doghe ed il proprio peso è particolarmente elevato ci si chiede quanti chili questa possa portare senza che le componenti elettromeccaniche ne risentano eccessivamente o peggio si deformino, o si rompano per il peso eccessivo.

 

Qual’è la portata di una rete elettrica a doghe?

 

Carico portata rete elettrica a dogheNessun produttore (a nostra conoscenza, fatta eccezione dei letti professionali per ospedali RSA) dichiara il peso massimo delle proprie reti a doghe, unico riferimento stampato sul motore è la sua capacità di spinta espressa in Newton ma spesso non si fanno i conti con tutta una serie di variabili introdotte dalle parti meccaniche composte da leve, struttura lignea, supporti, doghe, e quant’altro.

 

Così diversi venditori improvvisano dichiarazioni di portata massima (soprattutto in ambito di reti letto per taglie forti) che talune volte risultano particolarmente fantasiose. Noi stessi abbiamo tastato il polso chiedendo l’informazione sulla portata a venditori trovati occasionalmente in fiere o supermercati ed abbiamo ricevuto rassicurazioni su portate anche fino a 270 Kg.: una vera follia!

 

Cosa dice la nostra pluriennale esperienza

 

Dettaglio rete professionaleInnanzitutto un’informazione: i letti ospedalieri di qualità, made in Italy, realizzati in acciaio con attuatori singoli a pistone, nelle loro specifiche hanno generalmente (ma dipende dai modelli) un peso massimo sollevabile di 150 Kg. ed un carico di funzionamento in sicurezza massimo di 220 Kg. Pertanto è realisticamente impensabile che una rete a doghe costruita con sistema classico, ad uno o due motori, possa raggiungere questi valori senza danneggiarsi nel tempo (se non addirittura subito).

 

Tuttavia in base alla nostra esperienza “sul campo” possiamo dare alcune indicazioni orientative, il più possibile realistiche (ragionando a lungo periodo), sul peso che è in grado di portare una rete elettrica a doghe senza danneggiarsi o usurarsi troppo in fretta.

 

Se desideri approfondire trovi tutte le informazioni sulle dispense della nostra Guida Pratica alle Reti a Doghe.

 

Prima di snocciolare dati specifichiamo che ci si riferisce al peso ripartito, ossia al peso di una persona sdraiata correttamente sul letto, sopra ad un materasso in lattice, che di per sè incide dai 20 ai 30 Kg. (in base alla tipologia ed allo spessore del materasso) per ogni piazza da 80×190 cm.

 

Motore singoloAbbiamo verificato che su una rete a doghe, purchè di qualità, escludendo quindi quelle molto economiche o con motorizzazione a due motori separati, abbiamo riscontrato una casistica di rotture dell’ingranaggio interno e/o del braccino plastico quando l’utilizzatore supera i 100 Kg. (più il peso del materasso) o vengono sottoposte ad un uso intensivo, pertanto in via prudenziale sarebbe opportuno non caricare la rete con una persona che pesi più di 80 Kg. anche perchè è difficoltoso riuscire sempre a ripartire perfettamente il peso, soprattutto quando la persona allettata non è autosufficiente.

 

Inoltre un peso oltre i 100 Kg. unito ad un utilizzo intensivo della rete aumenta le probabilità di una rapida usura dei dentini dell’ingranaggio interno del motore rendendolo nel tempo inutilizzabile.

 

Pesi importanti uniti ad un utilizzo intensivo concorrono anche, nell’arco di qualche anno, alla deformazione, fino ad arrivare alla rottura, dei supporti delle doghe (soprattutto, abbiamo notato, quando sono in caucciù) ed i cursori di regolazione della rigidità lombare. Scegliendo prodotti con supporti in SBS si limita molto questo problema, mentre grazie ai prodotti con supporti in TPEE (Hytrel) il problema generalmente non si verifica, o si presenta in maniera molto marginale.

 

Le nostre reti montano supporti in SBS, TPEE, ed attuatori doppi.

 

Attuatore doppioCirca le reti elettriche con attuatore doppio non abbiamo rilevato una particolare casistica di danni al motore dovuti da sovraccarico (quando questo è di qualità e non di fascia bassa) con pesi fino a 120-130 Kg. per tanto possiamo affermare che genericamente secondo la nostra esperienza, questo tipo di motore si presta a portare pesi maggiori, naturalmente in base al modello (poichè ovviamente non tutti gli attuatori doppi sono uguali), il problema causato da sovraccarico potrebbe sorgere sulla parte meccanica del leveraggio, che se utilizzato con persone che pesano oltre i 110-120 Kg., e se il peso non viene ripartito correttamente sul piano di rete, tendono a torcersi (ci è capitato in un solo caso, ma è capitato). Per questa categoria di prodotti, in via prudenziale sarebbe opportuno non caricare la rete con una persona che pesi più di 100 Kg.

 

Traiamo le nostre conclusioni

 

Se un letto per casa di riposo dichiara una portata massima in sollevamento di 150 Kg. non riteniamo opportuno fare utilizzare in maniera continuativa una rete elettrica a doghe standard ad una persona il cui peso superi i 100 Kg. anche in considerazione del fatto che il materasso potrebbe avere da solo un peso ripartito di almeno 20 Kg. Per quanto riguarda prodotti particolarmente economici ne escluderemmo l’utilizzo con pesi oltre i 70 Kg. Ricordiamo che questi non sono valori assoluti, ma valori prudenziali in base alla nostra pluriennale esperienza, considerateli per tanto solo suggerimenti.

 

Esiste una soluzione per poter far utilizzare ad una persona di oltre 100 Kg. una rete elettrica a doghe senza che questa si usuri in fretta o peggio si rompa in breve tempo?

 

Per ovviare a questi inconvenienti abbiamo studiato una rete a doghe per taglie forti molto particolare completamente riprogettata con accorgimenti speciali, una nuova meccanica, e materiali  a spessore maggiorato che permette di portare pesi ripartiti superiori rispetto alle reti attualmente in commercio senza danneggiarsi. La rete si chiama Dream-Bed Extreme Wireless. Suggeriamo tuttavia di non caricare su questa rete un peso massimo complessivo ripartito oltre i 120 Kg. in quanto la versione elettrica di Dream-Bed Extreme Wireless non è indicata per i grandi obesi ma unicamente per persone in sovrappeso.

 

Considerati i pesi in gioco, anche su questo prodotto particolarmente resistente e diverso da quanto oggi offre il mercato, il peso della persona va in ogni caso ripartito ponendo attenzione a sollevare le sezioni gambe e schienale con il bacino poggiato sulla zona centrale del piano di rete (quella che rimane fissa).

2 commenti su “Quanti chili porta una rete elettrica a doghe

    1. Buongiorno Liliana. Per ulteriori informazioni, se non le è possibile venire qui in azienda, può contattarci via telefono o posta elettronica nei normali orari di apertura. Sul nostro sito è presente una pagina riservata ai contatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attenzione: per poter inviare il tuo commento devi risolvere la seguente operazione matematica (anti-spam) Hai superato il limite di tempo consentito per inserire il codice di controllo. Aggiorna il codice.