Rete a doghe motorizzata per materasso matrimoniale

Chi utilizza da solo un letto matrimoniale a due piazze si troverà in difficoltà nell’inserimento della Rete a Doghe Elettrica perchè non esiste in commercio una rete a singola piazza che abbia una misura in larghezza di almeno 160 cm. Vediamo allora quali accorgimenti adottare per risolvere questo piccolo problema.

 

Se desideri approfondire l’argomento trovi tutte le informazioni raccolte sulla nostra aggiornatissima Guida Pratica alle Reti a Doghe.

 

Una questione di piazze

 

La Rete Elettrica a singola piazza arriva ad una larghezza massima di 140 cm. (anche se sarebbe preferibile e possiamo realizzarne a doppia piazza da 140 cm.) dopo di che è necessario inserire una rete matrimoniale a due piazze oppure due reti singole affiancata l’una all’altra, che in sostanza sono la stessa cosa poiché i due piani di rete a movimentazione elettrica rimangono comunque separati con un proprio sistema elettromeccanico in entrambe le configurazioni.

 

Letto con nuove Reti ElettricheQuindi preferiamo sempre costruire il letto matrimoniale utilizzando due reti separate perchè affiancando due reti singole (opportunamente fissate l’una all’altra) riusciremo ad ottenere misure diverse, se per esempio affiancheremo due reti da 80 cm. otterremo una rete matrimoniale da 160 cm., affiancandone due da 85 ne otterremo una da 170, e così via.

Un secondo beneficio sarà quello di una maggiore robustezza e stabilità perché una rete matrimoniale su unica struttura può contare solo su 5 gambe (quatto agli angoli ed una interna centrale), mentre due reti affiancate disporranno di ben 8 gambe.

 

Ulteriori vantaggi sono di poter trasportare e posare le due reti singole con maggiore facilità rispetto ad una ben più voluminosa rete matrimoniale, e di poter riutilizzare in futuro le due reti singole rispetto alla rete matrimoniale che risulterà decisamente meno riutilizzabile.

 

Sincronizzare i motori

 

Assunto che anche una rete matrimoniale è dotata di due sistemi a motore con due telecomandi separati, per poterle utilizzare con un solo materasso matrimoniale è necessario verificare che i sistemi a motore delle due reti abbiano la possibilità di venire uniti per il funzionamento sincrono.

 

Alcuni motori più economici non hanno questa possibilità, per altri modelli con pulsantiera a filo come per esempio la Dream-Bed Classic sarà possibile colleare un accessorio che unificando i motori su un unico telecomando permetteranno la movimentazione sincrona dei due piani di rete, e per i modelli più evoluti come la Dream-Bed Infinity Wireless2 sarà sufficiente associare il radiocomando alle due centraline a microprocessore tramite una semplice configurazione.

 

Naturalmente questo tipo di sincronizzazione è assolutamente reversibile su ogni rete a doghe, ossia sarà possibile decidere di tornare a farle funzionare in maniera indipendente con un telecomando separato per ogni piazza.

 

Trovi il testo integrale e tutti gli approfondimenti su come unificare due telecomandi per letto matrimoniale elettrico nella nostra Guida alle Reti a Doghe Gratuita.

 

NB: questo video viene mostrato unicamente per illustrare il funzionamento del kit per l’alzata contemporanea dei piani di rete. La rete a doghe ed il telecomando mostrati non sono più disponibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attenzione: per poter inviare il tuo commento devi risolvere la seguente operazione matematica (anti-spam) Hai superato il limite di tempo consentito per inserire il codice di controllo. Aggiorna il codice.